Tute intere prima infanzia bambina: migliori prodotti di Marzo 2021, prezzi, recensioni

Tenerissime e colorate. Calde e comode. Pratiche e necessarie. Le tutine intere, per neonati, sono tra i primi acquisti di una mamma ed anche tra i regali più graditi.

Soprattutto nei primi tempi, infatti, sembrano essere sempre insufficienti ai bisogni del bimbo o della bimba. Allora forniamocene! Di che tipo e in che stile? Ve lo spieghiamo noi.

Tutine per neonato: i modelli

Partiamo anzitutto dalla classificazione dei diversi modelli acquistabili.

Le tutine intere: sono il più tradizionale dei capi per neonato, quello che si utilizza sin dai primi giorni; ideali perché coprono bene tutto il corpo ed anche i piedini. Non occorre in questo modo dover ricorrere a calzettoni o scarpine di alcun genere.  Solitamente, pur essendo un unico capo, sotto si adopera un body, soprattutto nelle stagioni fredde.

I pagliaccetti: sono interi, proprio come le tutine, ma prevedono maniche corte e anche pantaloncini corti. Sono una sorta di versione estiva della tutina intera.

La scelta dei modelli varia in base alle preferenze della mamma ma ancor più in base alla praticità che si riscontra nel cambio di vestiario del piccolino. All’inizio sembra sempre una lotta titanica poi , nel tempo, con l’esperienza,  si potrà farlo senza alcuno sforzo e , forse, si potrà optare, per qualunque soluzione di vestiario.

Tutine per neonato: i tessuti da scegliere 

Qualunque sia il capo individuato come preferito, deve necessariamente essere composto di fibre naturali. La loro pelle infatti è troppo delicata per poter osare con altre possibili soluzioni di tessuti.  Tra l’altro, alcuni neonati, sono predisposti alle dermatiti. E’ bene allora stare molto attenti a cosa è contenuto nei vestitini che indossano per non ritrovarci dei neonati ricoperti di bolle.

Scegliete il tessuto ideale a seconda del periodo e quindi delle temperature. Il cotone è un tessuto leggero, ma non deve, per questo essere bandito, se fa più freddo. Basterà ricoprire il bimbo con più strati di abbigliamento e soprattutto tenerlo caldo sotto.  Con le temperature più dure, possiamo magari preferire il caldo cotone, ma anche la lana. No perentorio ai tessuti sintetici.

Tutine per neonato: come organizzarsi per le taglie 

Poche cose in taglia zero: è una fase che dura giorni, forse settimane ma vi ritroverete un armadio pieno di capi inutilizzati se avrete esagerato con gli acquisiti in questa taglia. Io piccoli crescono in fretta e si riempiono molto, nei primi mesi di vita.

Comunemente le tutine seguono questo criterio: 0 mesi, 0-3 mesi, poi si parte con il 3-6, 6-9 quindi 9-12 e 12-18. Molte case di produzione puntano anche su taglie mediane quindi potreste trovarvi ad acquistare qualche capo da 0-1 o anche 3-4 ma perlopiù lo scatto è di tre mesi in tre mesi.

Come organizzarsi? Acquistate qualcosa da 0 mesi, come abbiamo accennato e qualcosa per i 0-3. Tenete conto dei regali che rischieranno di duplicare le vostre compere.  Poi, in base alla crescita, lenta o repentina vi metterete in linea. Inutile predisporre un corredo senza avere idea di cosa occorrerà realmente.

Tutine per neonato: i colori più indicati

Non limitiamoci ai soliti bianco, rosa e azzurro. Abbiamo un caleidoscopio di tinte a cui far riferimento per vestire di colore i nostri bebè! La maggior parte delle sfumature è totalmente unisex.

Allo stesso modo, sbizzarriamoci con le fantasie: vanno bene tutte; dai righini sottili ai quadretti, alle macchinine; si agli aeroplanini, agli orsacchiotti e agli animali tutti.

Tutine per neonato: tipologie di chiusure da adoperare

Un altro elemento importante per la selezione delle tutine per il neonato concerne la chiusura. La più utilizzata è quella sotto le gambine con una successione di bottoncini. Forse è la più confortevole.

Altre tutine prevedono l’apertura sul di dietro; si tratta del modello che permette il cambio più rapido, anche se siete in giro e volete azzardare un cambio pannolino su un fasciatoio di emergenza.

Ancora, vi sono i modelli con i bottoncini davanti, lungo tutto il corpicino. Un fattore da non trascurare è quello della tranquillità. Il bottone potrebbe celare un pericolo: se si separa, magari perché con l’utilizzo ripetuto si è allargato, può essere trasportato alla bocca. Preferiamo quindi, sempre, i bottoncini automatici.

La tutina della nascita

La prima tutina che indosserà il vostro bebè sarà quella più fotografata sia nella vostra mente che nella macchina fotografica o cellulare.  Vi affezionerete a questo capo, da prima di conoscere vostro figlio, sapendo che sarà il primo indumento che indosserà. Allora, scegliamo con cura il suo primo look.

Dovrete, di certo, attenervi ad una lista di indicazioni suggerite dal vostro ginecologo o dall’ospedale presso cui dovrete recarvi, circa i modelli da utilizzare nei primi giorni.

Registrate tali informazioni, procedete dando spazio alla vostra fantasia ed alla tenerezza che guiderà il vostro tenero acquisto d’amore.  Non pensate al colore in anticipo o alla decorazione ipotetica. Entrate nel negozio di riferimento, osservate e magicamente la vedrete comparire sotto i vostri occhi: è la tutina ideale!

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di moda. È moglie e mamma.

Back to top
menu
Abbigliamento Prima Infanzia