Pantaloni estivi bambino prima infanzia: migliori prodotti di Aprile 2021, prezzi, recensioni

L’estate avanza e non sai come abbigliare il tuo bambino? Nessun indugio. Lasciati aiutare da qualche piccolo consiglio per scegliere i capi più adatti alla stagione ed anche all’età di tuo figlio. Ricordiamoci che alla base di ogni scelta destinata ai bimbi, dobbiamo tener conto essenzialmente dei corrispettivi livelli di praticità e comodità, perché l’estate, di suo, provoca già disordini nella tipologia di vestiario. Il sole, il calore, invitano i bimbi a liberarsi di ogni capo d’abbigliamento indossato, senza troppe remore; evitiamo pertanto di aumentare le smanie. Proviamo invece a fornire loro qualche tessuto fresco, facilmente tollerabile nonostante le temperature.

Cosa potrebbero indossare i bimbi in estate?

Il sudore e il calore, in generale, sono i più acerrimi nemici della pelle dei bimbi, i quali vanno dovutamente protetti con tessuti freschi, leggeri e possibilmente antisudore.

Bisogna tenere conto che nei primi anni di vita, l’epidermide dei bambini è particolarmente sensibile, molto delicata: non è difficile trovare infatti segni di eczemi o anche di eritemi solari dopo un’esposizione solare prolungata, magari anche solo all’aperto, fuori casa.

Come agire in questi casi? Come abbigliare il piccolo senza per questo dover declinare ogni criterio di eleganza o principio di moda?

Gli stilisti hanno risolto i nostri dilemmi proponendo un abbigliamento per bimbi molto informale e di tendenza. A dominare le passerelle sono i pantaloni bermuda; molto utilizzati anche dagli adulti, ma che- diciamolo a gran voce-  sui piccoli prendono una immagine ancora più raffinata ed elegante. I bermuda sono usabili dai bimbi di ogni età, da zero a venti anni anni, per capirci. Ma anche oltre, nella linea uomo.

I tessuti dei bermuda si presentano in cotone pettinato in lino fino al tessuto jeans. La lunghezza di questi simpatici pantaloni estivi va selezionata in base all’altezza del bambino. I neonati vanno vestiti con i modellini molto corti, quasi pantaloncini, mentre quelli più grandicelli, da quando iniziano a tenersi in piedi insomma, possono adoperare dei bermuda più lunghetti, o anche sotto il ginocchio. A questa tipologia di pantaloni estii può essere abbinata una maglia a maniche corte, una t –shirt ma anche una camicia.

Come abbinare i bermuda?

Se il caldo impazza ed anche la t-shirt può figurarsi come fastidiosa, puntate sulle canotte. Possono , semplicemente, essere accostate al bermuda. Le canotte o canottiere, sono indumenti smanicati e senza colletto. Qualcosa di estremamente basic per un look essenziale ma soprattutto per un look da afa! Le canotte aiutano i movimenti dei bimbi e non causano il sudore sotto le ascelle.

In quali colori scegliere i pantaloni estivi?

L’abbigliamento dei bimbi può essere prediletto in determinati colori, magari i preferiti della mamma o del suo piccolo o può seguire i canoni dettati dalla moda. Nessuno di questi possibili criteri incontrerà limiti in commercio, la gamma di colori presentata in estate, come in inverno d’altronde, è talmente vasta che è possibile anche puntare su diverse sfumature di uno stesso colore.

In estate, però, per evitare l’inevitabile assorbimento di bollore, è preferibile  puntare su capi di colore chiaro; dal bianco al giallo, alle tonalità  pastello. Si evitano piuttosto i colori scuri o troppo accesi quali il blu, il rosso o il nero.

Tutto quello che abbiamo suggerito è stato orientato in direzione maschile ma in realtà le stesse regolette valgono anche per le bimbe. Dopo il primo anno di vita, magari, laddove piacesse, i bermuda per le piccoline possono essere indossati in linee veramente delicate.

Dove acquistare i pantaloni estivi?

L’abbigliamento estivo per bebè o anche per i bimbi in generale è disponibile nei negozi specializzati, ma anche e-commerce. I bermuda ma anche i pantaloni estivi, più genericamente, costano secondo i tipi di tessuti impiegati per la realizzazione del capo.

Secondo una ricerca avviata tra le marche più note, il loro costo può variare dai dieci ai cinquanta euro; ma è una stima grossolana. E’ chiaro che laddove si puntasse a determinate griffe, anche il prezzo di un semplice bermuda potrebbe oscillare verso i cento euro.

Cosa aggiungo al bermuda?

Se il bermuda è scelto per un look più sfizioso, magari da sfoggiare in seno ad una ricorrenza, per una festicciola o un incontro tra amichetti, è opportuno donare a questo pantaloncino qualche tocco di raffinatezza o di stile. Inseriamo ad esempio una cinta nei pantaloni, anche di quelle elastiche, molto più leggere del modello tradizionale. Acquistiamone diversi modelli rivestiti di stoffa, in cotone, così da non provocare calore ai bimbi. Altrimenti, se proprio il bambino mal-tollera ogni tipologia di accessorio, acquistiamo delle scarpe di tendenza. A quelle non potrà obiettare. Anche una scarpa sportiva, purchè originale, può contribuire all’effetto casual ma elegante, soprattutto nel look di un bimbo. Abbiniamo il bermuda al colore riportato sul modello, magari una striscia disegnata sulla scarpa o un piccolo dettagliato disegnato e sarà un felice esempio di stile e al contempo di freschezza.

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di moda. È moglie e mamma.

Back to top
menu
Abbigliamento Prima Infanzia