Jeans prima infanzia: migliori prodotti di Aprile 2021, prezzi, recensioni

Vogliamo acquistare un jeans al nostro bimbo. Ma da dove partire per compiere l’acquisto ideale?

L’impresa non è delle più facili. Vi aiutiamo allora d individuare dei modelli pratici ma altrettanto di tendenza… anche in taglie veramente mini.

La loro molteplicità di abbinamento li rende un must indispensabile per tutti i bimbi: perfetti con le scarpe da ginnastica, diventano poi eleganti se abbinati alla blusa o indossati con delle scarpe classiche. Ma come selezionare i jeans per bambini senza trascurare, appunto, che si tratta pur sempre di bambini? Abbiamo redatto un piccolo prontuario da tenere sempre a portata di cellulare nella smodata ricerca del modello più adatto a loro!

La comodità prima di tutto

Quando optate per un paio di jeans, la prima cosa della quale dovete accertarvi è che annoveri alcuni accortezze a portata di bimbo: in primis, la vita regolabile, che ne garantisce una calzata ideale e senza continui movimenti di accorgimento. I modelli larghi invece sono tra i più prediletti perché si indossano come tute, quindi i bimbi si sentono particolarmente a loro agio nei movimenti, con questa soluzione di jeans; ma anche i modelli dal taglio classico (con bottoncino e zip) presentano sovente un elastico celato che li rende decisamente comodi.

La Morbidezza dei tessuti

La qualità della stoffa è importante: più morbido è il jeans, a contatto con la pelle, più sarà un piacere averlo indosso. Eludete tessuti troppo spessi. Alcuni denim pants sono addirittura foderati, proprio al fine di assicurare il massimo della vestibilità.

Puoi scegliere jeans realizzati in cotone organico o quelli in tutto cotone. Magari preferite i tessuti con cotone organico privo di antiparassitari, così da evitare le possibili allergie ai tessuti che possono sorgere quando determinati materiali si poggiano sulla pelle dei piccolini.

Le trame

I jeans dall’aspetto più “sbrindellato” possono essere indumenti da indossare quando si vuol esibire uno stile casual; il peso dei modelli è l’elemento più importante da prendere in analisi nella selezione dei modelli ideali per i bambini. Si può preferire i denim leggeri perché sono meno rigidi, quindi più agevoli per i movimenti dei piccoli.

I colori

I jeans sono disponibili in molte varianti di colore, dalle sfumature di grigio all’indaco al blu fino al nero. Ancora, dei trattamenti speciali sono adoperati per ottenere effetti particolari come striature, baffi e sfumature.

I modelli

Ogni jeans presenta una sua, particolare vestibilità, che molto incide sullo stile degli adulti ma che comunque possiamo considerare anche nella selezione dei modelli mini.

Jeans a vita alta: amiamo i jeans a vita alta per l’effetto magico che riescono a produrre, quello di allungare la figura; riescono a slanciare la forma , il corpo, negli adulti, ma sono ideali anche per i bambini perché consentono di tenere le loro schiene sempre coperta ,durante l’inverno, specie se ci inseriamo dentro una canottiera. Avremo la certezza di tenerli al coperto per tutta la giornata.

Jeans a vita bassa: al contrario, questo tipo di soluzione risulta essere ideale per la stagione estiva. In estate, infatti, magari durante le uscite, in giro per la città o in vacanza, si può incappare in un clima lievemente più fresco. Perché allora non prediligere per un jeans a vita bassa che riesca a sposare la comodità della copertura ma lasciando la schiena leggermente scoperta?

Jeans svasato: può determinare un aspetto casual e vivace per i nostri bambini, dando loro quell’effetto hippy che farà rievocare la moda dei figli dei fiori!

Jeans a gamba dritta: una buona scelta se stai ricercando di ponderare le proporzioni del bimbo. E’ un modello che ricalca perfettamente le forme della parte inferiore del corpo. Può essere abbinato a una camicia ed una giacca per risultare elegante ma anche accostato ad una felpa ed una scarpa ginnica per svecchiare quell’aspetto rigido ed impostato.

Jeans skinny: si tratta del modello di jeans più fasciante, ma presumibilmente anche quello meno proposto per un neonato oppure per un bambino più piccolo perché ovviamente concede un margine ristretto di movimento!

Come lavare i jeans

Generalmente si lavano in lavatrice. Si imposta la lavabiancheria sulla sequenza dei delicati. Se vuoi che i jeans conservino lo stesso aspetto di quando li hai acquistati, devi lavarli con un programma destinato ai capi delicati nonostante siano composti da tessuti più rozzi. Questo stratagemma riduce il logorio e lascia immutati sia il colore che la forma. Adopera un detersivo delicato e riguardoso verso l’ambiente quando pulisci i jeans. Non usare mai la varechina o prodotti che la contengono. Può essere perniciosa per questi capi. Puoi invece usare un ammorbidente, purchè delicato, se vuoi che i tuoi jeans risultino più morbidi al tatto.

Anche nello stiraggio è bene adoperare una protezione che  non determini un contatto diretto del ferro con il tessuto, così che non si rischi qualche bruciatura, soprattutto laddove il modello presentasse stampe o applicazioni.

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di moda. È moglie e mamma.

Back to top
menu
Abbigliamento Prima Infanzia