Body prima infanzia: migliori prodotti di Marzo 2021, prezzi, recensioni

E’ il cespite del corredino; la base di un abbigliamento per neonato. I body per i bebè rappresentano il capo necessario per tenere i piccoli al caldo; si possono indossare sotto i vestitini ed anche sotto il pigiamino. Ce ne sono di tantissimi tipi: con maniche lunghe, con maniche corte oppure senza maniche. Quasi sempre sono indumenti realizzati in cotone.

Body per neonati: a cosa servono?

Il body nasce nell’Ottocento e viene adoperato ancora oggi perché consente grande libertà di movimento, oltre ad essere morbido e fresco. Questo capo di abbigliamento viene adoperato, anche ai nostri giorni, come biancheria intima, nei primi mesi di vita. Nonostante sia considerato un indumento basico quindi di tipo intimo, a volte viene lasciato come unico capo di vestiario.

I body per neonato non sono altro che le tradizionali canottiere intime, perlopiù prodotte in cotone, che gli adulti indossano, comunemente, sotto i propri abiti. La differenza consiste nella chiusura tra le gambine, che li rende per l’appunto body e non maglie intime. Il loro “allungamento” fino alla copertura del pannolino consente una maggiore protezione quindi più calore al corpo oltre che fissare il pannolino.

Ne esistono diverse gamme e bisogna tenere conto di alcune peculiarità per poter selezionare i migliori body da neonato, indipendentemente dal fatto che si tratti di un maschietto o di una femminuccia.

Tipi di body : scopriamo i più adatti per bambini e bambine

La prima classificazione che si può scindere tra i vari tipi di body sono le maniche: possono essere lunghe oppure corte. E’ chiaro che le prime vanno utilizzate quando fa freddo e le seconde quando il clima è più dolce. In estate invece, si può passare ai body smanicati; differiscono tra giromanica per i maschi e con le bretelle per le femminucce.

La seconda differenziazione va invece applicata alle tipologie di chiusure di questi importanti capi d’abbigliamento; ve ne sono con l’uso di bottoni a pressione (solitamente bottoncini in metallo) fissati tra le gambine ; poi ancora, quelli con chiusura sulla spalla, per agevolare l’introduzione della testa, oppure quelli con chiusura su un lato del torace. Quest’ultimo tipo di soluzione si definisce “chiusura a portafoglio”.

Esistono anche  body incrociati davanti ; sono estremamente semplici  da allacciare e slacciare. È normale infatti che tu possa sentirti in difficoltà, nei primi cambi;questo tipo di body potrà aiutarti nell’operazione poiché si apre completamente sul davanti con dei bottoncini o un laccetto.

L’ultima ripartizione si riferisce ai tessuti che sono utilizzati nella realizzazione dei body. Infatti tutti i body, o almeno quelli davvero di una certa qualità, sono in cotone, completamente. Tuttavia, per chi vive in posti particolarmente freddi, sono raccomandati i body in caldo cotone, così da non rischiare raffreddamenti, soprattutto nei primi mesi di vita . E’ consigliabile inoltre tagliare tutte i cartellini dei vestiti dei bambini, quindi anche dai body, per evitare irritazioni alla pelle o peggio, che possano provocare graffietti nelle parti più delicate del corpo.

Body da neonato: le particolarità

Le caratteristiche fondamentali che descrivono i body per neonati sono, come già citato, il tipo di chiusura, ma anche la lunghezza delle maniche, ed ancora il prototipo di tessuto ed infine l’eventuale e simpatica stampa. Se infatti le maglie intime per gli adulti sono semplice, monocolore e prive di alcune caratteristiche, i body per i neonati sono al contrario colorati e arricchiti da stampe con scritte anche divertenti. In ogni caso, è sempre importante tenere conto che la scritta posta sul body non risulti irritante a contatto con l’epidermide del bebè.

Una delle caratteristiche basilari dei body per neonato è quella che risulti di tipo anallergico , che sia facilmente lavabile in lavatrice oltre che stirabile.

Body per neonato: quali comperare

Come si scelgono i body per neonati? Verificato il tessuto ma anche la taglia e la lunghezza delle maniche di quali fattore occorre tener conto? Anzitutto poniamo attenzione alla vestibilità del brand. E’ buona cosa acquistare comunque una taglia abbondante o una taglia maggiore rispetto alle dimensioni del piccolo, che difatti tenderà a crescere in modo rapido. In ogni caso, la taglia è considerabile in due modalità: il numero di mesi di riferimento (generalmente vi è la taglia 0 mesi e poi 3 mesi, 6 mesi e così via) o per lunghezza (50cm, 56cm, e via discorrendo). Quando inizi ad acquistare i body per il tuo bimbo, è facile lasciarsi trascinare dalle emozioni e magari esagerare con la scorta. Ma di quanti capi realmente avrai bisogno? La quantità di body di cui necessiterai dipende dalla frequenza con cui cambi il pannolino al tuo bebè. È molto plausibile che il tuo bambino si sporchi frequentemente e dovrai cambiarlo. La regola basica allora è acquistare i body per almeno due cambi per giornata.

Soddisfatta dell’excursus tra i capi più ricercati dalle neo-mamme?  Non ti resta che scegliere il modello a te più congeniale oltre che quello più simpatico. Ed imparare ad utilizzarlo, cambio dopo cambio!Buona vita da mamma.

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di moda. È moglie e mamma.

Back to top
menu
Abbigliamento Prima Infanzia